Rapita in metro dagli amici dello sposo

1' di lettura 11/09/2008 - Una giovane pakistana poco più che maggiorenne, è stata rapita a Milano e poi liberata nel Mantovano dai carabinieri. L\'immigrata sarebbe stata sequestrata dagli amici dello sposo a cui il padre l\'aveva promessa per onorare un vecchio debito.

Avvicinata da alcuni connazionali a Milano, in una stazione della metropolitana una giovane immigrata pakistana è stata rapita e portata a Suzzara, (paese dove vive il promesso sposo) nascosta per tre giorni nelle campagne tra Luzzara e Suzzara, tra le province di Reggio e Mantova.


La ragazza dopo essere stata liberata dai carabinieri di Vidiana (Mantova) ha affermato di non aver subito alcun tipo di violenza nei giorni del rapimento inoltre ha dichiarato che il padre, con cui vive a Milano, ha scelto per lei il marito, alla famiglia del quale è legato a causa di un antico debito che non è mai riuscito a saldare.


Per porre fine alla situazione, i capifamiglia hanno trovato nel matrimonio un accordo, la giovane si sarebbe però rifiutata e sarebbe quindi stata rapita. Le indagini sono tuttora in corso.








Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 settembre 2008 - 570 letture

In questo articolo si parla di attualità, carabinieri, milano, rapimento, pakistana, mantova





logoEV