Piazza Affari perde il 4,74% nel lunedì nero delle borse Europee

1' di lettura 30/09/2008 - Giornata estremamente negativa per Piazza Affari e le principali borse Europee, che chiudono in forte calo. L\'indice Mibtel cede il 4,74%, secondo peggior ribasso del 2008.




La notizia della bocciatura da parte del Congresso degli Stati Uniti del Piano di salvataggio delle istituzioni finanziarie proposto dal governo di George Bush arriva dopo la chiusura delle contrattazioni in Europa.

Nonostante ciò, tutte le borse Europee hanno registrato notevoli cali, tutti superiori al 4%, bruciando ben 319 miliardi di Euro di capitalizzazione nel complesso. A Milano, tra i 40 titoli dell\'indice S&P/MIB solo Terna non chiude in calo.

Secondo alcuni commentatori, i piani di salvataggio delle istituzioni finanziarie, in America ma anche in Belgio e Germania, contribuirebbero ai ribassi, poiché creerebbero ulteriore allarme tra gli investitori.

Specularmente, l\'Euribor a tre mesi, tasso di interesse di riferimento anche per molti mutui, arriva al 5,22%, il massimo dal 1995.







Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 settembre 2008 - 605 letture

In questo articolo si parla di economia, Elisa Balducci, borsa, euribor, Piazza Affari, MIB





logoEV