Fine vita, Marco Cappato si autodenuncerà a Milano per l'aiuto fornito a Elena

1' di lettura 02/08/2022 - Rischia fino a 12 anni di carcere per l'accusa di aiuto al suicidio

(Milano). "Questo è il confine tra Svizzera e Italia. Domattina a Milano mi autodenuncerò per l'aiuto che ho fornito alla signora Elena, che ha scelto di interrompere la propria sofferenza. In Svizzera è legale. In Italia rischio fino a 12 anni di carcere", così in un video Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, che ieri ha accompagnato in Svizzera la signora Elena, donna veneta di 69 anni, paziente oncologica, che ha scelto di porre fine alle sue sofferenze e ricorrere al suicidio assistito nel paese elvetico. Cappato domani, mercoledì 3 agosto, andrà ad autodenunciarsi a Milano, dal momento che la persona accompagnata non è "tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale", quindi non rientra nei casi previsti dalla sentenza 2422019 della Corte costituzionale sul caso CappatoDj Fabo per l'accesso al suicidio assistito in Italia. Cappato rischia dunque fino a 12 anni di carcere per l'accusa di aiuto al suicidio. Fonte: u.s. Associazione Luca Coscioni (Luca Piludu/alanews)







Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 02-08-2022 alle 21:27 sul giornale del 03 agosto 2022 - 99 letture

In questo articolo si parla di attualità, Alanews

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/di0f