counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

L\'Expo 2015 assegnata a Milano

2' di lettura
575

milano

Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha ribadito la propria soddisfazione per il risultato ottenuto a Parigi, parlando al termine della riunione del Comitato promotore dell\'Expo 2015: “l\'assegnazione dell\'Expo a Milano è un chiaro successo dell\'Italia”.

Il sindaco di Milano, ringraziando Prodi e il governo per la collaborazione, ha inoltre ribadito: “E\' stato un gioco di squadra. Ringrazio il governo e il Presidente del Consiglio per il sostegno continuo e la linea diretta che abbiamo avuto con palazzo Chigi, con telefonate anche a notte fonda per i fusi orari degli altri Paesi.


Ringrazio anche il ministero degli Esteri per la rete diplomatica messa a disposizione, il ministro Bonino che ha lavorato in aree delicate come il Magreb e il Golfo avrebbero potuto propendere per la Turchia”.


Successivamente, il sindaco ha parlato del simbolo di Milano 2015, annunciando che: “Il segno di Milano 2015 non sarà un simbolo fisico come lo è stato la torre Eiffel nell\'800, ma un centro per lo sviluppo sostenibile in tutti i Paesi del mondo. La torre è un simbolo dei secoli passati”.


Naturalmente, come ha sottolineato il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, “il successo non è sicuro e garantito ma Milano ha tutte le carte in regola per soddisfare quello che chiede un mondo raffinato e esigente. L\'expo deve essere in grado di interpretare i bisogni e le novità.


Sette anni sono sufficienti ma non sono troppi. Ora si volta pagina, non è più un comitato per la vittoria ma un comitato per la difficile programmazione dell\'Expo”.


Ha poi concluso Letta, tra gli altri partecipanti, “L\'immediata continuità del lavoro è assicurata: il Comitato promotore dell\'Expo 2015 diventa Comitato di pianificazione di cui sarà presidente il sindaco Moratti. I prossimi mesi saranno fondamentali, sette anni non sono tanti, c\'è bisogno di uno sforzo collettivo”.




milano

Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 aprile 2008 - 575 letture