counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

Inizia un nuovo progetto di comunicazione tra 118 e giornalisti

2' di lettura
666

La centrale operativa del 118 di Milano, il numero telefonico attivo in tutta Italia per le richieste di soccorso medico per emergenza sanitaria, investe su Internet per fornire ai media, e quindi ai cittadini, informazioni quasi in tempo reale sui propri interventi nel pieno rispetto della privacy. Da alcuni giorni è infatti online una nuova sezione del proprio sito, www.118milano.it, che permetterà ai giornalisti registrati di ottenere l\'elenco di tutte le \"uscite\" delle ultime ore.

\"L\'obiettivo e\' fornire ai media comunicazioni sempre piu\' trasparenti, tempestive e omogenee sfruttando le potenzialita\' del web che permette di essere aggiornato in tempo reale\" con queste parole Cristina Corbetta, responsabile comunicazione dell\'AREU (Azienda Regionale dell\'Emergenza Urgenza), ha presentato ierimattina all\'ospedale Niguarda, il nuovo progetto di comunicazione con i media varato dal 118 di Milano, che partira\' dal prossimo anno, insieme ad Alberto Zoli, direttore generale di AREU e a diversi operatori.


La nuova iniziativa permette ai giornalisti di collegarsi all\'area riservata del sito del 118 di Milano e vedere in tempo reale quello che succede (incidenti stradali, emergenze), quante ambulanze o squadre di soccorso sono intervenute sul posto, con quale codice (verde, giallo o rosso) i feriti sono stati trasportati in ospedale, l\'indirizzo preciso in cui e\' accaduto il fatto.

.L\'obiettivo dell\'iniziativa, hanno spiegato i responsabili della centrale operativa in una conferenza stampa, è duplice: da una parte fornire informazioni più tempestive, omogenee e trasparenti alla stampa, dall\'altro sollevare gli operatori dal compito di rispondere a tutte le 16mila telefonate all\'anno dei giornalisti che in giornate particolari possono arrivare a superare il centinaio.
La sala operativa situata all\'interno dell\'ospedale Niguarda è infatti uno snodo fondamentale per la cronaca milanese. Da lì passa almeno il 50% delle chiamate per emergenze di qualsiasi tipo. Una percentuale che arriva al 70% se sommata a quella delle chiamate al 115 dei vigili del fuoco.



Questo è un articolo pubblicato il 23-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 dicembre 2008 - 666 letture