counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

Acqua pubblica il Lombardia

1' di lettura
3107

acqua


Dal 28 gennaio  la gestione del servizio idrico in Lombardia torna ad essere pubblica.Una vittoria per i 144 Comuni che si sono battuti da subito contro questa legge, promuovendo anche un referendum.

Da sempre sostenitore della gestione pubblica dell\'acqua, il WWF plaude all\'iniziativa.

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha modificato, con voto unanime, la Legge 18/2006 sul servizio idrico integrato che prevedeva l\'obbligo per i Comuni di affidare la gestione degli acquedotti tramite gara permettendo, di fatto, l\'ingresso dei privati nelle società patrimoniali costituite a livello di Ambito Territoriale Ottimale (ATO).


\"Speriamo che anche altre Regioni seguano l\'esempio della Lombardia\" dichiara Andrea Agapito Ludovici, Responsabile Acque del WWF Italia, \"in attesa che il servizio idrico venga considerato anche dalla legislazione nazionale un servizio pubblico e privo di rilevanza economica. La gestione ed erogazione dell\'acqua infatti non possono essere separate e devono essere affidate esclusivamente agli Enti locali senza alcuna ingerenza da parte dei privati\".

Per questo il WWF Italia è fra i promotori della legge d\'iniziativa popolare promossa dal Forum italiano dei movimenti per l\'acqua \"Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico\", sostenuta da oltre 400.000 firme in discussione in questi giorni alla Commissione Ambiente della Camera



acqua

Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 29 gennaio 2009 - 3107 letture