counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > CRONACA
articolo

Bomba contro Caserma, due feriti. Rutelli, atto isolato

1' di lettura
1455

francesco rutelli

Paura nelle prime ore del mattino a Milano per una bomba fatta esplodere contro la Caserma. Due feriti.

Attorno alle ore 7.45 di lunedì mattina un uomo, libico ma residente regolarmente in Italia, di 35 anni, ha fatto esplodere una bomba artigianale davanti alla Caserma dei militari Santa Barbara, in piazza Perrucchetti, a Milano.

Fortunatamente a quell\'ora la piazza era poco transitata e nell\'esplosione sono rimaste coinvolte poche persone. Due i feriti: un militare, ferito lievemente da una scheggia e l\'attentatore.

Il 35enne libico ha riportato gravi lacerazioni ad una mano, forse la stessa utilizzata per innescare l\'esplosivo.

Tanta la paura per il boato dell\'esplosione ma, tuttavia, nulli i danni provocati sia alle strutture che ai militari presenti. L\'esplosione ha avuto infatti una portata limitata.

Sul luogo, oltre gli arteficieri di polizia e carabinieri per i rilievi del caso, anche il Procuratore aggiunto di Milano, Armando Spataro. Spataro, coordinatore del pool antiterrorismo, segue le investigazioni per accertare le dinamiche dell\'attentato che, secondo le prime informazioni, non avrebbe nulla a che fare con organizzazioni.

Il presidente del Copasir, Francesco Rutelli, infatti, spiega che \"sembrerebbe un atto isolato\" poichè \"dalle investigazioni precedenti è emersa una conversazione che parlava di questa caserma quale possibile obiettivo\".

Obiettivo di due presunti terroristi marocchini, arrestati a Milano nel dicembre 2008, che progettavano una serie di attentati nel capoluogo lombardo. Ma, secondo gli investigatori, seppur legati e seguaci di un forte radicalismo islamico, i presunti attentatori furono \'cani sciolti\' e non membri di organizzazioni terroriste.

Dunque, nessun allarmismo per un atto isolato secondo Rutelli e gli investigatori. Ma tanta la paura in città.


francesco rutelli

Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2009 alle 11:30 sul giornale del 13 ottobre 2009 - 1455 letture