counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > CRONACA
articolo

Caso Maugeri: Formigoni rinviato a giudizio per associazione a delinquere e corruzione

1' di lettura
738

Roberto Formigoni

L'ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni è stato rinviato a giudizio dal gup di Milano Paolo Guidi nell'ambito dell'inchiesta sui rimborsi indebiti alla Fondazione Maugeri.

L'attuale senatore del Nuovo Centrodestra è accusato di associazione per delinquere e corruzione. Oltre a Formigoni andranno a processo anche il faccendiere Pierangelo Daccò, già condannato a 10 anni per il crack dell'ospedale San Raffaele, l'ex assessore regionale alla Sanità Antonio Simone, sua moglie Carla Vites, l'ex direttore generale dell'assessorato alla Sanità Carlo Lucchina, l'ex direttore amministrativo della fondazione Maugeri Carlo Passerino e altri 4 imputati, tra manager e funzionari pubblici. Il processo si aprirà il 6 maggio davanti alla decima sezione penale del tribunale di Milano.

Secondo i pm Laura Pedio e Antonio Pastore la Fondazione Maugeri avrebbe ottenuto nel corso degli anni, attraverso una quindicina di delibere della Giunta regionale, rimborsi indebiti per prestazioni sanitarie per circa 200 milioni di euro. Un enorme flusso di denaro che Formigoni avrebbe garantito alla clinica pavese in cambio di una serie di utilità economiche per oltre 8 milioni di euro: vacanze ai Caraibi, viaggi aerei per oltre 18 mila euro, l'uso esclusivo di uno yacht dal giugno 2007 all'ottobre 2011, un mega sconto per l'acquisto di una villa in Sardegna, finanziamenti per cene e soggiorni al meeting di CL e 270 mila euro in contanti.



Roberto Formigoni

Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2014 alle 18:32 sul giornale del 04 marzo 2014 - 738 letture