counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Margherita Botto, la volontaria in ambulanza con lei: "Basta tenere corpi in ostaggio"

1' di lettura
16

Cinzia Fornero (Soccorso Civile) ha accompagnato Marco Cappato ad autodenunciarsi
(Milano). Cinzia Fornero nella vita gestisce un rifugio alpino e f volontariato sulle ambulanze dell'associazione Soccorso Civile. A bordo di uno di questi mezzi, ha accompagnato in una clinica svizzera la 74enne Margherita Botto, l'ex docente universitaria che ha chiesto e ottenuto l'aiuto dell'associazione "Luca Coscioni" per porre fine alla propria vita, tramite suicidio assistito. L'anziana, infatti, soffriva per un adenocarcinoma al terzo stadio, diagnosticato lo scorso agosto. Dopo il fallimento dell'ultimo trattamento chemioterapico, non desiderava altro che andarsene serenamente, fatto avvenuto ieri in una struttura di Zurigo. Stamattina Fornero ha accompagnato Marco Cappato, rappresentante legale dell'associazione Luca Coscioni, ad autodenunciarsi alla stazione dei Carabinieri di Milano Duomo. Insieme a loro anche Paolo Botto, fratello di Margherita. "Lo Stato italiano la smetta di tenere in ostaggio i corpi", il commento della volontaria appena uscita dal Comando. (Lorenzo Bonuomo/alanews)




Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 29-11-2023 alle 15:30 sul giornale del 30 novembre 2023 - 16 letture






qrcode