counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > CRONACA
articolo

Alessio Moroni: l'ingiustizia per una giovane vita spezzata

1' di lettura
124

Appena 20 anni, una grande passione per le automobili, le moto, e la mobilità sostenibile. Insieme a suo papà, aveva aperto un canale YouTube, dedicato al mondo automotive e alla sostenibilità, appunto, legata alla mobilità. Spensieratezza, sogni, e progetti improvvisamente spezzati. L'ennesima vittima della strada si chiamava Alessio Moroni.

Si chiamava Alessio. Giovane di appena 20 anni. Una grande passione, coltivata sin dall'adolescenza, quella per le auto e per le moto. Passione forte che condivideva insieme al suo papà, a tal punto da aprire un sito di automotive e mobilità sostenibile dove raccontava i test drive che era solito fare. Una vita all'insegna della spensieratezza più totale; tanti i sogni, i progetti ancora da mettere in piedi.

All'improvviso, il tremendo impatto, lo schianto e la fine di tutto. Alessio Moroni è morto tragicamente nella tarda mattinata di mercoledì 17 aprile a Rho. Era trascorse appena le 13 quando la sua Suzuki DRZ 400 Sm, è stata urtata violentemente da un'automobile guidata da una signora di 62 anni che, in quel momento, stava svoltando. Subito sono stati chiamati i soccorsi ed è giunta una pattuglia della Polizia Municipale per i rilievi del caso.

Alessio è stato trasportato all'Ospedale Niguarda di Milano, ma quando è giunto al pronto soccorso del nosocomio milanese, non c'era già più niente da fare. La donna, appena appresa la notizia della morte del ragazzo, ha accusato un malore. In quel momento, si trovava al Comando dei Vigili Urbani che l'hanno interrogata e sottoposta ai test di rito ai quali è risultata negativa. Ora, rischia una denuncia con l'accusa di omicidio stradale.

Foto incidente Rho: Il Giorno (Weblink: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/morto-incidente-rho-vanzago-5fc7e778?live)

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook


Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2024 alle 11:01 sul giornale del 19 aprile 2024 - 124 letture






qrcode