counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

"42.195 Road to New York": a Palazzo Pirelli l'arte per correre oltre l'autismo

3' di lettura
10

"42.195 Road to New York". Questo, il nome di una mostra, inaugurata giovedì 9 maggio a Milano e ospitata dentro il "foyer" di Palazzo Pirelli. Le opere esposte portano la firma di Jacopo Munegato. 25 anni, affetto da disabilità intellettiva relazionale, ma nonostante tutto una grande forza e un sogno nel cassetto: la Maratona di New York.

Una mostra per parlare di autismo e corsa. Il foyer di Palazzo Pirelli ospita 42,195 Road to New York”. Le opere esposte portano la firma di Jacopo Munegato. Giovane 25enne, affetto da disabilità intellettiva relazionale, con il sogno di partecipare alla prossima maratona di New York.

La mostra, inaugurata oggi, comprende alcune delle 42 opere, una per ogni chilometro della maratona, realizzate da Jacopo Munegato: paesaggi e città raccontate da colpi di colore intensi che rappresentano la sua visione del mondo, ma anche un modo per rilanciare quel sogno “made in Usa” che condivide con un altro ragazzo di 25 anni, Francesco Salerno, anche lui affetto da un disturbo dello spettro autistico. Dopo 42 quadri, l’ultimo è intitolato “0,195” e corrisponde agli ultimi metri della maratona. L’obiettivo di Jacopo e Francesco è essere tra gli italiani che il 3 novembre cercheranno di completare i 42,195 chilometri della maratona della Grande Mela. I due ragazzi correranno con i colori dell’Asd “Silvia Tremolada di Monza, un’associazione che dal 1984 si occupa della promozione dell’attività sportiva a favore delle persone con disabilità fisica, sensoriale e intellettiva, e con il supporto dei “Ragazzi di Robin” di Segrate (MI), un'organizzazione non profit fondata per promuovere l'inclusione sociale dei giovani attraverso l'arte, la cultura e lo sport.

Il Presidente del Consiglio regionale, intervenuto all’inaugurazione, ha sottolineato come il progetto di Jacopo e Francesco abbia la capacità di abbattere tutte le barriere, soprattutto quelle mentali. Si tratta di un percorso artistico e sportivo che ci ricorda, ancora una volta, come la disabilità oggi non sia più un ostacolo. Secondo il Presidente il messaggio che questi ragazzi vogliono trasmettere attraverso i quadri di Jacopo e il sogno di correre la maratona di New York è chiaro: bisogna crederci sempre. Presente all’inaugurazione anche il Vice Presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale, promotore dell’iniziativa, che ha posto l’accento sulla volontà di Jacopo e Francesco di mettersi in gioco con coraggio e sulla convinzione che con il lavoro e l’impegno si possa raggiungere qualsiasi obiettivo.

Abbiamo predisposto due programmi di allenamento differenziati per Francesco e Jacopo – racconta Riccardo Calarco dell’Asd ‘Silvia Tremoladastudiati in base alle loro capacità e caratteristiche atletiche. Un percorso che ci consentirà di arrivare preparati a novembre e permettere a Francesco e Jacopo di correre e portare a termine la maratona di New York”.

Con questo progetto – spiega Melania Scocco dell’Associazione Ragazzi di Robin’ – Francesco e Jacopo dimostrano che i ragazzi autistici, se supportati con continuità e concretezza, possono costruire un loro percorso di autonomia e raggiungere i loro obiettivi”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2024 alle 20:41 sul giornale del 14 maggio 2024 - 10 letture






qrcode