counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

Milano: proteste pro Palestina in quattro Università

2' di lettura
26

15 maggio 1948. 76 anni fa, scoppiava la Naqba, il primo storico grande esodo di Palestinesi, in seguito alla nascita dello Stato di Israele. Fu l'inizio del lungo, eterno conflitto che, ancora oggi, calca le principali scene internazionali. Proteste pro Palestina in quattro atenei di Milano, organizzati dai gruppi pro Palestina.

1948. Un anno che ha scritto una pagina importante, non solo della nostra storia, ma anche della storia di Israele. Il 1948 è, infatti, l'anno della nascita dello Stato di Israele. Nascita dal doppio significato: da un lato, la rinascita di una popolazione uscita distrutta e martoriata dalle barbarie del nazifascismo. Dall'altro lato, un lungo conflitto israelo-palestinese che ebbe il suo inizio ufficiale il 15 maggio 1948.

Quella data sarà, sempre, ricordata per lo scoppio della Naqba. Fu il primo grande esodo di palestinesi da territori che, ancora oggi, rivendicano e che sono la causa storico-sostanziale di lunghi, eterni conflitti con Tel Aviv, degenerati il 7 ottobre 2023 con gli spaventosi attacchi terroristici. Conflitti, di fronte ai quali, l'intero Occidente ha sempre voltato le spalle, schierandosi a priori, senza se e ma di sorta, con il Governo israeliano.

A Milano, in ben quattro Università, è viva come non mai la protesta dei Gruppi organizzati pro Palestina che, muniti di tende e sacchi a pelo, si sono piazzati di fronte alle Università Statale, Bicocca, Politecnico, e Accademia di Brera. L'indice è puntato contro il Senato Accademico di ciascun ateneo, reo di non condannare o non avere il coraggio di condannare con fermezza quelle che viene definito da loro, “un genocidio che stiamo vivendo sulla nostra pelle e sulla pelle dei nostri cari”.

Dopo gli scontri dello scorso 25 aprile, sotto la Madonnina resta alta la tensione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Facebook e Viber di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook e su Viber.



Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2024 alle 14:48 sul giornale del 18 maggio 2024 - 26 letture






qrcode