counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Caso Assange: il giornalista ha diritto a nuovo appello. A Milano un monumento a lui dedicato

1' di lettura
10

Julian Assange può riprovarci e sperare. Il giornalista, fondatore, di WikiLeaks e ideatore di una grande inchiesta dove ha tirato fuori più di un nervo scoperto che fa tanto male al Pentagono, può ricorrere a un nuovo appello per impugnare la richiesta di estradizione dall'Inghilterra, avanzata dagli USA.

Julian Assange può riprovarci e tornare a sperare”. Il giornalista australiano, fondatore di WikiLeaks, e ideatore della conosciuta mega inchiesta le cui fonti tanto hanno dato fastidio al Pentagono, torna a vedere la luce in fondo al tunnel.

Nella giornata di lunedì 20 maggio, infatti, l'Alta Corte di Londra ha concesso ad Assange, rinchiuso in un Istituto Penitenziario londinese, di ricorrere a un nuovo appello. Obiettivo e impugnare, quindi contrastare la richiesta di estradizione avanzata dagli Stati Uniti d'America. Richiesta approvata dal Governo britannico.

Mentre Assange continua a sperare, pur restando rinchiuso nel carcere londinese, la città di Milano si è mobilitata per lui. In occasione della maratona, “Anything to say?”, in Piazza Mercanti è stato esposto un monumento, realizzato dall'artista Davide Mormino. Opera dedicata non solo ad Assange, ma anche Manning e Snowden. Durante il sit-in, diverse personalità della cultura, dell'arte, dello spettacolo, hanno preso la parola e sono saliti sulla sedia, parte di questo monumento esposto.

Presenti, anche, il sindacato locale di categoria dei giornalisti, l'Associazione Lombarda dei Giornalisti, e il Gruppo Cronisti Lombardi. Quest'ultimo, senza mezzi termini, ha detto: “L'accanimento verso Assange suona come un monito a tutti i giornalisti, ma soprattutto alle loro fonti, il cui accesso viene quotidianamente messo sempre più in discussione anche in Italia, anche in Lombardia”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Facebook e Viber di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook e su Viber.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2024 alle 15:30 sul giornale del 22 maggio 2024 - 10 letture






qrcode