counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

Maltempo: Milano e il Varesotto nella morsa della grandine

1' di lettura
20

Ancora una giornata instabile di pioggia, anche forte, e di grandine. Milano e buona parte della Lombardia ha trascorso un mercoledì grigio, sotto l'acqua, diventata grandine di medie dimensioni, e con non pochi disagi. Sotto la Madonnina, insomma, la primavera vera e autentica tarda ad arrivare.

Da Milano è tutto passo e chiudo”. “Una grandine non fa primavera”. Questi, alcuni dei tanti commenti social, con tanto di foto e video postati, che sono apparsi nella giornata di mercoledì 22 maggio. Una giornata da dimenticare per la Madonnina meneghina e buona parte della Lombardia, varesotto su tutti.

Dopo un inizio di giornata che, da come sembrava, prometteva bene, nel pomeriggio il grande cambiamento. Una grossa “cappa temporalesca” si è abbattuta sul milanese, con una forte perturbazione che ha investito il capoluogo lombardo, portando violente precipitazioni con grandine di medie dimensioni. Era prevista pioggia, in un primo momento, verso le 18 ma i tempi si sono accorciati e, già poco dopo le 17, si è scatenato l'inferno. La stessa situazione si è verificata in diverse località della provincia di Varese, a cominciare da Saronno.

Strade imbiancate, colpite dai chicchi di grandine, e disagi per i pedoni e la mobilità su strada. I fiumi Lambro e Seveso restano osservati speciali, ma fortunatamente non ci sono state nuove esondazioni. Lo stato di allerta resta, un'allerta gialla; Protezione Civile, con il suo Centro Operativo Comunale, e Vigili del Fuoco restano alla finestra, pronti a intervenire in caso di particolare emergenza.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Facebook e Viber di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook e su Viber.



Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2024 alle 12:29 sul giornale del 24 maggio 2024 - 20 letture






qrcode