counter stats
SEI IN > VIVERE MILANO > ATTUALITA'
articolo

Asili nido: solo 81 i privati convenzionati. Attesa lunga e Milano città molto cara

2' di lettura
6

Dai 2.500 posti disponibili in 165 strutture, 12 anni fa, a una drastica riduzione dei posti con soli 81 asili nido, privati e convenzionati, disponibili. Questa, la situazione a Milano. Una città diventata sempre più cara, causa un insieme di fattori, a cominciare dagli affitti. Asili nido pubblico o privato? Ormai, non fa più differenza.

Asili nido. Meglio il pubblico o il privato? Questo il primo dilemma di tante famiglie, con figli o figlie piccole, costretti ogni anno a scegliere la struttura ideale dove lasciare i bimbi, durante le sempre più caotiche e frenetiche giornate lavorative. Una situazione, quella degli asili nido, cambiata e in peggio, soprattutto a Milano.

Se fino a 15 anni fa, il nodo da sciogliere era: asilo nido pubblico o privato? Lista d'attesa o no?, giunti nel 2024 dobbiamo fare i conti con un problema ancora più grosso. Quanti asili nido privati, convenzionati, quindi economicamente convenienti ci sono? Dodici anni fa, nel 2012, c'erano a disposizione 165 asili nido privati disponibili, pronti ad accogliere all'incirca 2.500 bimbi. Dodici anni dopo, gli asili nido privati e convenzionati sono solo 81. Il numero dei bimbi presenti è letteralmente ridotto, sono circa 2.800 i bambini piccoli esclusi, fuori da ogni lista di attesa e, ciliegina amara finale sulla torta, sul fronte spesa economica non c'è più quella netta differenza di un tempo tra un nido pubblico e privato.

I numeri, entrando nel merito della questione, parlerebbero chiaro: un asilo privato - convenzionato, poco fuori la città di Milano, in pieno hinterland costerebbe sui 500-550 euro. In città la spesa che le famiglie devono affrontare, ammonterebbe a circa 800 euro. Le difficoltà si fanno sentire anche sul fronte corpo docenti. In base alle nuove leggi, oltre la laurea le maestre o i maestri devono essere iscritte/i ad un albo professionale.

I fatti attuali parlano molto chiaro. Nel Paese delle corporazioni, una nuova corporazione sta per aggiungersi. Aspetti positivi? Forse, la certezza di avere maestri o maestre sempre più certificati e qualificati, con competenze ed esperienze nel loro background professionale. Aspetto negativo? Il numero dei maestri o delle maestre d'asilo disponibili a lavorare nelle strutture, già precario con la sola laurea, potrebbe diminuire vertiginosamente e, in vista del prossimo settembre, questo particolare non fa affatto sperare.

Non c'è pace fra gli ulivi", citava il titolo di un vecchio film con protagonista una giovanissima Lucia Bosé. Anche nel mondo degli asili nido, la pace sembra eclissata.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Facebook e Viber di Vivere Milano.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereMilano oppure aggiungere il numero 376 0316014 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Cerca il canale @vivereMilano o clicca su t.me/viveremilano
Seguici anche su Facebook e su Viber.



Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2024 alle 11:55 sul giornale del 29 maggio 2024 - 6 letture






qrcode